Impacco di fango al ventre!! (Rimedio per gonfiore e infiammazione addominale)

Ciao a tutti!!! Oggi vi parlo di un prezioso rimedio naturale! Molte persone soffrono di gonfiore addominale o infiammazioni intestinali, a volte infiammati perchè l’alimentazione che abitualmente facciamo non è molto sana o le combinazioni non sono giuste,  a lungo andare determinati sbagli possono provocare questo e molto altro! Andiamo a scoprire assieme i benefici di questo impacco prezioso!

terra

 

Già in video precedenti vi avevo detto che io preferisco la terra all’argilla! Il motivo è semplice; ed ora ve lo spiego dicendovi anche dove si può reperire la terra in quanto non tutte le erboristerie la tengono, molto preferiscono avere solo l’argilla perchè è la più conosciuta e quella che più la gente acquista!

La terra per la preparazione si può prendere in aperta campagna, oppure anche nel proprio giardino, l’importante è che non si prenda da  terreno concimato, usato per la coltivazione. Se si sceglie  la terra del proprio giardino controllare che non ci siano animali domestici che la sporchino con i loro “bisognini” e contenga animaletti della terra.  Evitare di usare  l’argilla al posto della terra perché ha l’effetto contrario a quello desiderato. Cioè essendo sostanza “morta2 e non piena di elementi nutritivi e vivi come la terra, al posto di assorbire l’infiammazione la rilascia se tenuta sull’addome per più di venti minuti.

Dopo aver  preso la terra, la si passa con un setaccio in modo da togliere eventuali sassolini e pietruzze. Se non la si vuole prendere in natura si può ordinare in erboristeria oppure online; attenzione che non tutte le erboristerie la tengono!!!

INGREDIENTI PER L’IMPACCO:

  • terra vergine
  • argilla
  • acqua fredda
  • mestolo di legno, coppa di vetro
  • garze sterili grandi
  • i 3 telini famosi per i nostri impacchi (per chi mi segue da poco ho fatto il video lo trovate su youtube in merito a quali telini usare)
  • carta da pacchi (presa in edicole di quelle spesse per appoggiare l’impacco metto la foto sotto per farvi capire)

Carta-imballo-naturale_CCR111NA

PROCEDIMENTO DI PREPARAZIONE AL CATAPLASMA:

Una volta setacciata la terra oppure una volta acquistata, si passa alla miscela con:  terra miscelata con dell’acqua fredda, se è estate meglio raffreddarla in frigo, e a un cucchiaio di argilla (serve per far rimanere meglio amalgamato tutto l’impasto, ma mi raccomando non più di un cucchiaio)  fino a darle una consistenza di un “budino”.

 

A questo punto  adagiare sul tavolo un foglio di carta da pacchi; si stende uno strato di fango di circa mezzo centimetro aiutandosi con il dorso del mestolo intinto nell’acqua. L’ampiezza deve essere sufficiente a coprire dalla base dello sterno fino al pube compreso. Sopra si mettono alcune garze in modo che sulla pelle viene applicata la garza e non direttamente il fango!

Si fa quindi stendere la persona su un letto o divano, avendo prima avuto l’accortezza di stendere il nostro telino di lana e sopra quello di cotone per chiudere poi il nostro impacco; gli si applica sull’addome l’impacco e, siccome deve essere FREDDO per fare l’azione desiderata, mi raccomando fate inspirare la persona e nel momento in cui espira le applicate molto velocemente l’impacco sul ventre e poi chiudete il tutto avvolgendo i due telini di cotone e di lana (questa volta senza borsa dell’acqua calda perchè è impacco freddo mi raccomando!). Avvolgete bene raccomandandovi che non passi aria e che i telini siano chiusi e fissati per bene. Si può tenere in posa tutta la notte, mentre se la fate di giorno tenetela su il più possibile ma MINIMO un’ora!

Attenzione: l’applicazione dell’impacco sul ventre va sempre effettuata con il corpo ed ambiente caldo, se il nostro corpo è freddo o abbiamo la sensazione di essere freddi, andremo ad applicare la borsa dell’acqua calda sui piedi, fondamentale che essi siano al caldo.

Una volta tolto l’impacco mi raccomando rimanete al caldo sotto le coperte per ancora un 40 minuti!!! E’ importante soprattutto la reazione di calore che il corpo ha una volta tolto l’impacco quindi è fondamentale voi rimaniate li sdraiati al caldo ancora e non vi rialziate subito.

L’impacco sul ventre  si mantiene tutta la notte senza rinnovarlo.

CONTROINDICAZIONI: l’impacco al ventre NON va effettuato quando siamo in presenza di: ciclo mestruale, e se abbiamo appena mangiato. L’impacco va effettuato a stomaco vuoto lontano dai pasti!!!!

 

Alcuni effetti benefici dell’impacco di terra:

azione antinfiammatoria
azione analgesica
azione miorilassante

Spero questo post vi sia piaciuto, io sono innamorata degli impacchi e dell’idroterapia, chi mi segue lo sa, li uso da anni e hanno degli effetti benefici straordinari; non tutto si può fare da soli in casa, ma questo è un ottimo rimedio per molte cose e da soli vi riuscirà benissimo! Per qualsiasi dubbio domanda scrivete, scrivete, scrivete!!! Un abbraccio a presto,

 

Jessica xx

6 pensieri su “Impacco di fango al ventre!! (Rimedio per gonfiore e infiammazione addominale)

  1. Quando faccio la terra ho sempre i piedi freddi. Di solito la applico durante il giorno stando in piedi e non a letto. Può essere controindicata nel mio caso?

    1. Ciao Maria! C’è una regola fondamentale durante il cataplasma al ventre! I piedi DEVONO essere caldi! Inizialmente magari fallo sdraiata a letto o nel divano, con una boulle dell’acqua calda sui piedi! Quando inizi ad avere poi risultati ed inizia a circolare meglio il flusso sanguigno, potrai iniziare a farlo senza boulle e in piedi!

  2. Ciao, gentilmente potresti indicarmi un prodotto di erboristeria senza argilla da ordinare?
    Non ci capisco nulla : (
    Grazie anticipato

    1. Puoi ordinare la terra vergine! Te la possono procurare le erboristerie si trova in sacchi! Altrimenti anche in internet la trovi puoi fartela spedire a casa!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *