Olio essenziale regina dei prati, un alleato della nostra circolazione!!

Ciao a tutti!!! Avete mai sentito parlare della regina dei prati? O più comunemente conosciuta con il suo nome in latino Spirea  FILIPENDULA ULMARIA! Il suo olio essenziale è un grande alleato per la nostra circolazione sanguigna, e io essendo un’amante degli oli essenziali non potevo non parlarvene! =)

Filipendula ulmaria

 

La regina dei prati è una pianta erbacea perenne con foglie verde scuro superiormente e biancastre sulla parte inferiore, e fiori bianco-crema intensamente profumati. Sono utilizzati in genere i rami e le sommità fiorite per distillazione in corrente di vapore.

Le controindicazioni nell’usare questa pianta sono: assolutamente NO in gravidanza e allattamento, ma questo vale per tutti gli oli essenziali; per chi è allergico ai salicilati e in presenza di gastrite e ulcera!

PROPRIETA’:

Antinfiammatorio, antidolorifico, antispasmodico, vasoprotettivo, diuretico, stimolante, antipiretico, depurativo, cardiotonico, antireumatico, sudorifero, astringente e lievemente analgesico. Più specificatamente rende mobili i ristagni d’ acqua, drena le tossine, riporta attivazione nei tessuti colpiti da rigidità e freddo. Nel tempo è sempre stata utile nei reumatismi, come diuretico e nelle forme infiammatorie articolari con versamenti o edemi. I più autorevoli maestri di fitoterapia la considerano fra le piante più attive per la cura della cellulite. Spirea arriva in profondità negli spazi interstiziali operando un’azione di drenaggio e di ripristino.

Filipendula ulmaria viene impiegata per il trattamento dell’artrite. E’ conosciuta per avere una efficacia simile a quella dell’aspirina, ma a differenza di quest’ultima, che può risultare dannosa per lo stomaco, la Regina dei Prati protegge le mucose gastro-intestinali. Neutralizza gli acidi a livello gastrico, riduce l’acidità in tutto l’organismo ed è efficace per il trattamento di tutte le malattie articolari come ho detto sopra.

USI DELLA REGINA DEI PRATI OLTRE ALL’OLIO ESSENZIALE:

Le persone che più ne beneficiano sono persone un po’ pesanti e fredde sotto e leggere e calde sopra. A volte troppo stagnanti sotto con arti inferiori freddi e gonfi, con accumulo di adipe o cellulite e la circolazione linfatica insufficiente. La cellulite di queste persone potrà trovare un grande antagonista con questa combinazione di estratti idroalcolici:Spirea, Pilosella e Solidago e applicazioni locali ben condotte con olio essenziale di Cannella e Arancio amaro diluiti nella Crema base.

Nei  dolori articolari migranti che si presentano con il freddo umido: l’estratto idroalcolico di Spirea e gemmoderivati diFraxinus excelsiorBetulla verrucosa linfa e Juniperus communis e localmente l’Olio di Iperico.

USO DELL’OLIO ESSENZIALE:

regina-dei-prati-bio_5ml

 

Come olio essenziale vi presento questo della FLORA non per farle pubblicità ma perchè sono sicura che formula oli essenziali 100% naturali; li uso da anni per cui sono tranquilla di consigliarvi un prodotto ottimo. Le funzioni di questo olio essenziale: ha proprietà febbrifughe, sudorifere, diuretiche, astringenti, è un utile rimedio coadiuvante la terapia dei reumatismi articolari, delle artriti, della gotta, delle diarree e della cellulite.

Questo olio essenziale contiene regina dei prati distillata assieme al rosmarino per dargli anche un po’ di profumazione oltre che per potenziarne l’efficacia. Ha un profumo fresco e leggermente aromatico. Si può aggiungere a delle creme base, o ad esempio alla pomata di calendula ipercio per favorire il flusso del sangue e se lo applichiamo su botte, contusioni e arrossamenti; oppure su creme per la cellulite che facciamo in casa, possiamo aggiungerlo al fango o ad un olio semplice sempre per il corpo grazie alla sua azione drenante delle tossine. Possiamo metterlo anche in aggiunta alle creme a base di arnica per chi fa tanto sport e applicare questo insieme di olio essenziale e crema o olio all’arnica e massaggiarlo sulla muscolatura.

Oppure per chi soffre di reumatismi si può sempre aggiungere ad un olio base di mandorle dolci o jojoba e massaggiarlo sul corpo.

Spero questo post vi piaccia, e abbiate scoperto questa pianta fantastica e utile per tante problematiche. Aggiunta ai nostri cosmetici fatti in casa e ai nostri oli possiamo andare ad agire su diversi piani! Io vi mando un abbraccio, a presto!!!

Jessica xx

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *