Ginepro, l’olio essenziale dalle proprietà depurative!!

Ciao a tutti!! In questo particolare periodo dell’anno dove abbiamo necessità di drenare gli organi digestivi e non solo del nostro organismo, per fare spazio all’arrivo della primavera, mi piaceva potervi parlare dell’olio essenziale di ginepro dalle proprietà stupende! Un profumo forte e pungente è un olio dalle mille proprietà! Scopriamole assieme!

olio-essenziale-di-ginepro

Il Ginepro o meglio chiamato Juniperus alpina della famiglia delle Cupressaceae, è una pianta che cresce soprattutto nei luoghi aridi e boschivi, specie in montagna possiamo trovarlo fino ad un’altezza di 2500 metri! Il suo olio essenziale viene estratto dai rami e dalle bacche per estrazione in corrente di vapore. E’ un olio composto per la maggior parte da monoterpeni e esteri che lo rendono particolarmente dinamico e attivo, per un’azione rapida e incisiva.

Le sue proprietà sono diverse ma quelle che mi colpiscono di più in questo olio sono quelle drenanti delle tossine e depurative in particolare di fegato e reni! Sappiamo che il fegato è il secondo organo più grande che abbiamo nel nostro corpo ed è responsabile di molte funzioni anche abbastanza importanti, una fra tutte il drenaggio del sangue dalle tossine! Per tutti questi motivi drenarlo contribuisce a diminuire o evitare molte patologie.

In che modo possiamo utilizzarlo?

Ginepro_Olio_Essenziale1

Possiamo utilizzarlo attraverso un pediluvio ai piedi: Prendiamo un cattino e lo riempiamo di acqua calda, sciogliamo in un cucchiaio di sale rosa dell’himalaya un cucchiaino di olio di jojoba con all’interno due gocce di olio di ginepro; mettiamo il tutto nel cattino con l’acqua ed immergiamo i piedi per circa 10-15 minuti. Un trattamento SPA che ci permette di rilassarci mentre ci arriva questo profumo, ma che ci permette così di fare un ottimo drenaggio degli organi le cui tossine verranno poi eliminate tramite urina.

Possiamo anche eventualmente effettuare un impacco medicato direttamente sulla zona fegato per una detox più mirata a questo organo: preparo un infuso di achillea, prendo una pezzuolina di cotone e la immergo e strizzo nell’infuso, successivamente la applico nella zona del fegato dove precedentemente ho applicato una goccia di o.e. di ginepro sciolta in un cucchiaino di olio di jojoba. Metto sopra un lenzuolo e successivamente una boulle di acqua calda. Lascio a riposo 20 minuti. Se possibile l’impacco dopo cena o dopo pranzo.

Possiamo anche utilizzarlo addizionato ad una tintura madre.

Le controindicazioni sono: no in gravidanza, allattamento e in caso di patologie renali croniche.

In psicoaromaterapia la sua parola chiave è:

PROTEZIONE

E approposito è un olio molto prezioso, dona sicurezza, forza, e un piacevole senso di protezione. Risolve paura, ansia, timore e panico. Ecco perché alla fine del pediluvio vi sentirete anche molto rilassati e sereni.

Questi consigli non vogliono sostituirsi a diagnosi mediche ma sono solo consigli di benessere che possono essere associati ad uno stile di vita sano.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *