Problemi intestinali di qualsiasi natura, come gestirli al meglio!! (Articolo approfondito)

Buongiorno a tutti! Mesi fa, feci un articolo sui problemi intestinali come stipsi, dissenteria, stitichezza e altri con in riferimento i probiotici della bromatech come marca a cui affidarsi…tanti di voi mi hanno scritto per avere consigli di utilizzo….in questo ultimo anno, lavorando tanto con gli oli essenziali, ho scoperto dei protocolli per ristabilire le problematiche intestinali più efficaci. Così vorrei parlarvene e allo stesso tempo fare un po’ di chiarezza sulla tematica intestino!

2-e1487241570445

Intanto prima di parlarvi dei probiotici che ho scoperto questi mesi essere molto efficaci anche rispetto a quelli Bromatech, voglio parlarvi un po’ dell’intestino citando la fonte del libro di Luca Fortuna Chimica, biochimica e metachimica degli oli essenziali che secondo me descrive con parole chiare e precise questa potente macchina va “pulita”!

Vi faccio prima una premessa: il campo d’azione nel quale noi naturopati cerchiamo di agire è il TERRENO della persona, cosa vuol dire: viene considerato terreno nella persona la somma di più parti: il PATRIMONIO GENETICO (ovvero la costituzione),  e dell’INSIEME DELLE SUE PREDISPOSIZIONI, ovvero dal risultato dell’interazione tra stile di vita (alimentazione, attività lavorativa, abitudini ecc.) e i FATTORI EREDITARI (in termini naturopatici la diatesi).

TERRENO = costituzione + diatesi.

Gli oli essenziali con cui sto lavorando tanto e che per me sono INDISPENSABILI vanno a lavorare proprio sul TERRENO della persona ristabilendo un equilibrio di fondo.

La caratteristica individualità è quel fattore che ci rende unici e ci porta a reagire in modo diversi di fronte a eventi, persone, virus, cibi, malattie, stress ecc…. Il terreno infestato da errata alimentazione, tossine organiche, metalli pesanti, sovraccarichi, scarti, stress, pensieri inutili, emozioni violente, traumi non sarà in grado di esprimere appieno la propria energia vitale e di resistere al meglio alle aggressioni di varia natura (microbiotica, tossica, traumatica, termica, psichica, emozionale, sociale, ambientale) a cui quotidianamente è esposto. Sarà quindi il terreno di un soggetto debole, facilmente esposto a malatti e edisturbi. Viceversa il terreno liberato da questi fattori negativi sarà il terreno di una persona sana e capace di mantenersi più facilmente in salute. Il primo compito è quindi quello di agire sul terreno, emininando i fattori negativi (distruzione), fornendo stimoli positivi (creazione) e infine mantenendolo in equilibrio (conservazione). Quando si rafforza il terreno si fa emergere la forza vitale. L’attenzione deve essere esposta a diversi fattori: benessere intestinale, riequilibrio del sistema neurovegetativo, modulazione dell’infiammazione, deacidificazione tissutale, rimineralizzazione, nutrizione, efficienza del sistema immunitario.

A un cattivo funzionamento dell’intestino sono imputabili molti e diversi malesseri, un completo riequilibrio dell’intestino assume il ruolo di un vero e proprio trattamento di terreno. Per ripristinare l’equilibrio dell’intestino è necessaria una strategia su più fronti: PULIZIA, RIPARAZIONE, PRESERVAZIONE.

PULIZIA: eliminazione dei microrganismi dannosi e delle tossine. Chiaramente oltre a eliminare le tossine dall’intestino, sarà fondamentale evitarne l’accumulo, privilegiando cibi biologici e seguendo un’alimentazione sana e naturale come già consiglio ai miei clienti.

RIPARAZIONE: reimpianto con reintroduzione della flora batterica benefica, operazione che non si effettua solo per mezzo di probiotici ( i batteri che si trovano nell’intestino sano), e prebiotici ( sostanze che assicurano il nutrimento necessario ai probiotici), ma anche con la preparazione dell’ambiente e la riparazione dei danni, solo così si potrà ritornare ad una condizione di eubiosi. Per eubiosi intestinale si intende la presenza di una corretta flora batterica saprofita nell’intestino. Ci sono più di 400 specie batteriche che vivono nel tratto gastrointestinale, costituendo un vero e proprio ecosistema. Proteggono la mucosa digestiva e intestinale, facilitando i processi digestivi e assimilativi. L’equilibrio tra i vari gruppi e sottogruppi di questi batteri è indispensabile per la salute. Quando questo equilibrio si rompe si parla i eubiosi. Somministrare solo prebiotici e probiotici non è sufficiente a ristabilire una perfetta eubiosi, se prima non si riparano i danni precedenti con una miscela a base di oli essenziali e complessi fitoterapici.

PRESERVAZIONE: preservazione dello stato di eubiosi rafforzando le naturali difese, normalizzando l’evacuazione, impedendo putrefazione e fermentazione. “SE STAI MALE, METTI APPOSTO L’INTESTINO”. Questa affermazione antica è più che mai di attualità. Stitichezza, diarrea, colon irritabile, o “colite”, gonfiore, dolori addominali sono estremamente diffusi nel mondo occidentale, segni più eclatanti che ci dicono che il nostro intestino è in difficoltà. Altri segni meno eclatanti, eppure collegati sono problematiche di pelle, capelli, unghie fragili, stanchezza, raffreddori e bronchiti frequenti, malattie autoimmuni, ansia e depressione, allergie e intolleranze. cistiti, herpes, cellulite. Le funzioni che l’intestino svolge sono stupefacenti: da un lato infatti è un organo di assorbimento dei nutrienti, ma dall’altro costituisce una barriera fisica e immunitaria al passaggio di tossine, microrganismi, cibi indigeriti e proteine allergizzanti. Il carico tossico intestinale è tenuto in parte sotto controllo da una flora batterica simbiotica “buona” che contrasta la proliferazione di batteri, funghi, parassiti e virus patogeni; si occupa della sintesi di alcune vitamine e della neutralizzazione di diversi sostanze cancerogene. Attraverso l’intestino vengono assorbiti i nutrienti principali (zuccheri, grassi e proteine), i micronutrienti (vitamine, minerali, pigmenti). Se l’efficenza intestinale non è perfetta l’assimilazione diventa problematica e l’organismo non riesce a svolgere le sue funzioni. Anche se l’alimentazione è sana, non sarà possibile ricavare dal cibo quel che serve per stare bene. La mucosa intestinale, in alcune circostanze, può non essere del tutto impermeabile alle tossine, che riescono così a penetrare nel circolo ematico e da qui a diffondersi in ogni parte del corpo, con un meccanismo di auoavvelenamento, una situazione paradossale, per la quale le tossine intestinali e i prodotti di scarto vengono assorbiti, mentre le sostanze utili non sono assimilate a sufficienza, condizione che ci predispone a disordini immunitari, malatie acute e processi cronici e degenerativi.Un intestino sano è quindi fondamentale per stare bene.

Ora che abbiamo fatto chiarezza e vi ho riportato degli studi approfonditi, vi parlo dei miei consigli secondo la mia esperienza in questo campo con me stessa e con le persone.

QUALI PRODOTTI UTILIZZARE?

Lavorando molto con gli oli essenziali di cui sto ottenendo molti risultati e stando a quanto descritto sopra, io ho trovato molti benefici con questi due prodotti doTERRA:

IMG_8715

Due prodotti per un’azione completa:

Questi due prodotti fanno parte del programma di rinnovo e pulizia intestinale della durata di 30 giorni:

Il primo ad essere utilizzato è GX Assist: purificare il tratto intestinale prima di iniziare ad usare PB Assist, con questa combinazione di oli essenziali. Contiene origano, melaleuca, limone, citronella, menta piperita e timo, più l’acido caprilico. Aiuta la salute dell’apparato digerente creando un ambiente ostile per possibili disturbi. Va utilizzato per 10 giorni come fase preparatoria.

Successivamente utilizziamo PB Assist: contiene fibre prebiotiche e sei ceppi di organismi probiotici garantendo sicurezza per tutta la famiglia (ci sono anche per i bambini, specifici!). Rilascia 6 miliardi di UFC/g di colture probiotiche attive e FOS (frutto-oligosaccaridi) prebiotici solubili che stimolano l’aderenza e la crescita della coltura (aiuta un’attività digestiva e immunitaria sana). Il sistema di doppia capsula a rilascio prolungato è progettato per proteggere le colture probiotiche sensibili dall’acido gastrico.

Ricordo che questi prodotti non sono destinati alla diagnosi, al trattamento, alla cura o alla prevenzione di alcuna malattia. Consultare un esperto del settore prima della somministrazione!

Potete acquistarli a questo link:www.mydoterra.com/jessicapagotto

Spero questo articolo possa aver fatto un po’ di chiarezza!!! A presto,

Jessica xx

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *