La spazzolatura del corpo un’arte antica ma molto importante per l’organismo!

Buongiorno! Oggi voglio parlarvi della spazzolatura! Conosciuta pochissimo, tuttavia discende sempre dalle terapia che il dott. Kneipp consigliava ai suoi pazienti per stimolare l’eliminazione delle tossine, ossigenare tutti gli organi del nostro corpo, e stimolare una corretta circolazione! Andiamo a vedere nello specifico le sue proprietà e come si esegue in modo che anche voi potrete iniziare ad utilizzare questo metodo efficace!

Spazzolatura

La foto che vedete sopra è stata realizzata nel mio studio! Quel cofanetto molto importante per me, contiene un attrezzo in vetro per eseguire dei bagni in olio, molto potenti che si effettuavano alle terme casa di salute Raphael a Roncegno! Ne eseguivo parecchi, a seconda delle patologie che i medici staineriani riconoscevano nel piaziente, mi dicevano come preparare questi bagni. Usavo diversi oleoliti tra cui: rosa e oro, lavanda e rame, melissa e molti altri! Ogni volta la stanza prendeva dei profumi buonissimi! Era una delle preparazioni che preferivo.

Prima di questi bagni come prima di altre terapie, la persona veniva preparata facendole la spazzolatura! Questa aveva la capacità di stimolare la circolazione sanguigna della persona perchè qualsiasi trattamento eseguito dopo esigeva un corpo caldo, ma non solo:potenziava inoltre l’eliminazione delle tossine da parte del corpo.

Questa tecnica si rifà ai metodi utilizzati dal dott. Kneipp per stimolare la guarigione dell’organismo; esso usava l’idroterapia per trattare diversi disturbi. Uno dei tanti metodi utilizzati simile alla spazzolatura sono le fregagioni umide sempre eseguite la mattina a digiuno! Ve le spiego tutte e due, voi sperimentate provando quella che più vi piace! Io inizierei con la spazzolatura a secco e passerei in un secondo momento (1 mese dopo) alle fregagioni umide.

Per la spazzolatura a secco serve una spazzola grande come quella delle foto (solitamente esistono quelle apposite), con le setole non molli perchè devono fare effetto di stimolazione della circolazione, ma non devono essere nemmeno troppo ruvide altrimenti si riesce a scivolare in modo naturale sul corpo. Si inizia dalla painta dei piedi, si eseguno circa 3-4 passaggi sfregando la parte! Si passa poi alle gambe anteriori prima una e poi l’altra in direzione cuore quindi dal basso (zona caviglie) verso l’alto, passare poi alla parte posteriore delle gambe fino al gluteo. Si passa poi alla parte superiore del corpo, iniziando dalle mani, palmo e dorso (prima una e poi l’altra) proseguendo con il braccio, zona toracica e per ultima la zona dell’addome spazzolando dall’esterno verso l’interno dell’addome. Per ultima la schiena partendo dalla nuca e spazzolando verso il basso (verso la zona lombare) tutta la schiena. Ovviamente eseguendola da soli fate come meglio riuscite sulla schiena.

Il momento migliore come scritto all’inizio per eseguire questa operazione è al mattino a digiuno, bastano 10 minuti al giorno. Questa operazione deve essere eseguita con la stanza bella calda, non dovete sentire freddo per alcun motivo. Fatta in questo momento della giornata andando a tonificare tutti gli organi percepirete un’energia molto forte che vi da la carica per affrontare la giornata nel giusto modo. Se la pelle si arrossa subito vuol ire che avete una buona ossigenazione, se invece non si arrossa per niente o molto poco insistete! Piano piano giorno dopo giorno dovrebbe inziare a rispondere e arrossarsi sempre più! Di solito alle persone in cui fa fatica ad arrossarsi la pelle, sono le persone che più necessitano di questa pratica!

Gli effetti benefici sono: un drenaggio linfatico molto forte e benefico con eliminazione delle tossine, miglior ossigenazione della pelle, migliorerà anche solo alla vista; tonificazione dei reni e quindi miglior energia per affrontare la giornata, miglioramento della circolazione sanguigna e della sudorazione, disintossicazione dell’intero organismo, ecco perchè sarebbe molto utile farla in questo periodo dell’anno, inoltre ha azione sul sistema nervoso e sugli accumuli adiposi sotto cutanei.

La fregagione umida invece ha le stesse proprietà tranne per l’effetto immediato sull’organo pelle che non viene stimolato come nella spazzolatura. Il meccanismo di esecuzione è lo stesso, solo che viene eseguito con un panno di cotone che deve essere bagnato nell’acqua fredda, successivamente strizzato e passato sul corpo! Anche in questo caso i passaggi in una stessa zona sono 3/4. La spugna va risciacquata ogni volta che cambiamo zona del corpo. Come passaggi finali si ripassano le piante dei piedi e si passano le orecchie con manovre a cerchio. Non asciugatevi poi la lasciate che il corpo torni asciutto da solo (ovviamente lo straccio che passate sul corpo è strizzato quindi non lo lascia bagnato ma leggermente umido). I benefici sono quelli descritti sopra. Lo consiglio in un secondo momento a chi non è abituato all’acqua fredda sul corpo o a chi non piace l’impatto freddo.

Provate questa bellissima pratica, ne sentirete un giovamento e un’energia unica che nessun altra pratica vi da, ed è semplice, richiede poco tempo!

Se fate la spazzolatura potete poi fare subito colazione, mentre se fate le fregagioni fredde attendete 10/15 minuti prima di fare colazione.

Jessica xx

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *